La storia

1919 – 1945

È il 1919 quando Francesco Turba solleva per la prima volta la saracinesca della macelleria di via Matteotti, 40 a Melzo. Una piccola Tripperia e Macelleria Equina la cui gestione viene tramandata da una generazione all’altra della famiglia Turba, insieme alle competenze e alla passione per il mestiere.

1945 – 1965

Nel 1948 è la volta di Carlo, che raddoppia le dimensioni del negozio specializzandosi nella proposta di carne di cavallo e dando inizio alla produzione di insaccati ricercati dagli straordinari valori nutrizionali e organolettici come i cacciatorini di asino e cavallo e la slinzega equina.

1965 – 1985

Nel 1967 subentra Elvira Seragni, moglie di Carlo, decisa a portare avanti la tradizione di famiglia con il supporto dei due giovani figli Danilo e Donato. È soprattutto il minore dei due, Donato, che sin da subito mostra passione e curiosità per i segreti di un mestiere che è deciso a imparare. Sarà infatti lui a proseguire il percorso intrapreso dai suoi predecessori, mantenendo fede ai principi tramandati dai genitori, a partire dalla selezione della materia prima di qualità elevata.

1985 – 2000

A partire dagli anni ’90 la macelleria amplia ulteriormente la sua offerta con la carne di manzo. Mentre si fa sempre più evidente l’importanza di verificare la provenienza delle carni, Donato decide di offrire alla clientela della Macelleria Turba esclusivamente carne proveniente da capi di bestiame nati, allevati e macellati in Italia, selezionati direttamente dai piccoli allevatori e contadini della zona.

2000 – 2010

Grazie alla costante ricerca di eccellenza e cura della qualità di prodotti e servizi, la piccola azienda di famiglia continua a crescere. Nei primi anni del nuovo millennio, Donato avvia un piccolo laboratorio di produzione, all’interno del quale nascono prodotti di eccellenza come il Filettino di Prosciutto e le coppiette, e vengono perfezionati prodotti storici della tradizione come i cacciatorini o la Riserva del salame nostrano.

2010 – 2020

Daniele e Valentina, figli di Donato Turba e della moglie Paola Nassaro, entrano a far parte attivamente delle attività aziendali. È grazie al sostegno e all’entusiasmo della famiglia che nel 2014 la Macelleria Turba intraprende una nuova avventura: con la ristrutturazione del vecchio Mulino di nonna Seragni a Rivolta d’Adda, viene riportata in luce una pittoresca location che si rivela ideale per il Ristorante Antica Macelleria Turba. La carne di qualità della Macelleria di Melzo viene valorizzata dalla cucina dello chef Davide Maloberti affiancato da Paola, entrambi maestri nell’arte di combinare Tradizione e Innovazione nei loro piatti ricercati e genuini.